Mulino di Pontevecchio

 

A seguito di un grande impegno del comune di Frontino, nato dal desiderio di mostrare alle nuove generazione le antiche tecniche di macinatura del grano, è stato restaurato l’antico Mulino di Ponte Vecchio.

Anticamente il mulino serviva a fornire il pane al castello, ma crebbe d’importanza e diventò un punto di riferimento per comunità diverse da quella frontinese. A scopo difensivo venne eretta un’alta torre, che sembra fare il paio con quella del paese. Per un collegamento ancora più solido, venne scavato anche un passaggio sotteraneo.

Oggi è costituito da molti locali e bottaccio per la riserva d’acqua. Sono attivi due apparati molitori con vecchie macine in pietra e relativa attrezzatura, azionati a energia elettrica. In un altro locale è in funzione un antico impianto molitorio azionato ad acqua, come nella tradizione, per scopi didattici. Una serie di 21 pannelli illustrano la storia del pane e dell’arte molitoria, che trasformava il grano in farina. Presso tale complesso è in allestimento il Museo che raccoglie attrezzature e utensili dell’antica attività artigiana e agricola e all’interno del Mulino potrà trovare posto anche una raccolta di documenti relativi ai Mulini esistenti nel territorio. Inoltre si pensa ad un vero censimento storico con dati, informazioni archivistiche, testi, documentazione fotografica di mulini ad acqua. In occasione delle visite scolastiche e turistiche potranno essere previsti dibattiti e proiezioni di diapositive e filmati di settore. Presso il Mulino è stata organizzata, nel locale più spazioso, una esposizione di prodotti tipici del Montefeltro con possibilità di assaggio e vendita, a servizio del turismo (Particolari nostrani). Per potenziare tutte le iniziative descritte sono in corso contatti con le associazioni dei panificatori, dell’Istituto sperimentale della cerealicultura e con le organizzazioni preposte al rilancio dei prodotti tipici.

E’ possibile prenotare la visita al Mulino al seguente numero:

3485186482 (Nicholas)

ingresso gratuito

 

 

Rispondi